Novità     Emergenza Covid-19     Privati     Imprese     Soci     Territorio    

Al fianco di chi ci protegge

Banca di Bologna dona 300.000€ agli Ospedali Bolognesi, per l’emergenza coronavirus

Per fronteggiare l’emergenza coronavirus abbiamo deciso di donare 300.000 Euro agli ospedali Sant’Orsola, Maggiore e Bellaria.

La donazione è un segnale concreto di vicinanza e solidarietà, finalizzato all’acquisto di attrezzature mediche di prima necessità e al supporto di chi è in prima linea: i medici, gli infermieri, i volontari e tutti coloro che si stanno prendendo cura di noi.

Il contributo è stato devoluto alla Fondazione Policlinico Sant’Orsola per 250.000 Euro e alla Fondazione Bimbo Tu per 50.000 Euro.
Grazie alla donazione di Banca di Bologna sono in fase di acquisto:

  • 2 Ecografi destinati al Punto Blu dell’Ospedale Maggiore dell’Ausl di Bologna;
  • 2 Ecografi per il Pronto Soccorso del Policlinico di Sant’Orsola;
  • Centrale di monitorizzazione e monitor per 5 posti letto in OBI (Osservazione Breve Intensiva) al Pronto Soccorso del Policlinico di Sant’Orsola;
  • 5 letti elettrici da degenza, 4 ventilatori, 5 monitor multiparametrici, 450 mascherine chirurgiche, 50 kit chirurgici, a favore dell’UOC Ingegneria Clinica dell’ Azienda USL di Bologna destinati ai reparti Covid degli ospedali Maggiore e Bellaria.

È inoltre in fase di definizione l’acquisto della strumentazione necessaria per garantire il monitoraggio dei posti letto nella nuova Terapia Intensiva realizzata al padiglione 25 del Policlinico di Sant’Orsola.

A quanti senza sosta stanno combattendo per la salute di tutti, vogliamo dire un immenso “grazie” per quello che fanno ogni giorno.
Anche per rispetto a loro, oltre che a tutti noi, vogliamo ribadire la nostra raccomandazione ad osservare tutti le prescrizioni dell’autorità per contrastare la diffusione del coronavirus.

Siamo vicini alle famiglie e alle imprese che oggi stanno subendo effetti negativi causati da questa epidemia. Con urgenza, abbiamo messo a disposizione gli strumenti ritenuti necessari a supportarle in questo momento difficile, come moratorie su mutui fino a 12 mesi, proroghe, nuove concessioni per esigenze di liquidità.

Siamo sicuri che la nostra comunità ripartirà più forte di prima e guardiamo con fiducia al domani, sempre vicini alle persone e alle imprese del nostro territorio.