Novità     Privati     Soci     Territorio    

2020, un anno di traguardi importanti per Banca di Bologna

Banca di Bologna presenta un Bilancio 2020 con un utile netto di 6,127 milioni €; ha erogato prestiti con un incremento + 8% sull’anno precedente; anche la raccolta da clientela ha avuto lo stesso incremento,+ 8%; la raccolta gestita è cresciuta del + 8,2%.

Risultati Bilancio 2020

Banca di Bologna presenta un Bilancio 2020 con un utile netto di 6,127 milioni €; ha erogato prestiti con un incremento + 8% sull’anno precedente; anche la raccolta da clientela ha avuto lo stesso incremento,+ 8%; la raccolta gestita è cresciuta del + 8,2%.

Il CET1 ratio, indice di solidità delle banche, ha raggiunto il valore record del 21,9%: è la conferma di un trend molto positivo, passato nell’ultimo quinquennio dal 15,93% del 2016 a questo valore 2020. Tutti i principali aggregati sono in crescita.

Inoltre, incrementa il Patrimonio (+4,4%) e cala sensibilmente il credito deteriorato (-22%).

I dati del Bilancio 2020 evidenziano indicatori (quali i ratio patrimoniali e il Texas ratio) che pongono Banca di Bologna tra gli istituti con gli indici di “solidità” più elevati a livello nazionale.

Di particolare soddisfazione i risultati dell’attività caratteristica che registrano un incremento delle masse intermediate (+7,1%), degli impieghi vivi (+2,5%) contestualmente a un calo dei costi di funzionamento caratteristici pari al -4%.

La nostra Banca si conferma solida, dinamica, redditizia, in una costante crescita che mette al centro lo sviluppo economico, sociale e culturale del territorio in cui opera.

Da evidenziare in particolare:

  • La solidità, riscontrabile da coefficienti patrimoniali ampiamente superiori ai requisiti minimi normativi (per il Cet1 sarebbe il 9,45% e per il TCR il 12,95%) e in grado di supportare adeguatamente lo sviluppo futuro: in particolare si registrano un common equity tier 1 ratio (Cet1 ratio) ed un Total capital ratio (TCR) pari entrambi al 21,9%.
  • Il Texas Ratio, (indice di solidità degli istituti di credito, % del rapporto tra crediti lordi deteriorati e somma del patrimonio tangibile + accantonamenti: quanto l’indice è inferiore al 100%, tanto più solida è la Banca) nel 2020 si è attestato al 37,7%, in netto miglioramento rispetto al 42,3% del 2019.
  • Il miglioramento della qualità del credito in essere, testimoniato dal calo del -22% del credito deteriorato netto, corredato anche dalla riduzione dello stock di sofferenze di circa 90 milioni (-68%) in tre anni (-18% nel 2020) e l’NPL ratio netto al 2,7% (dal 3,5% del 31 dicembre 2019), con le sofferenze nette allo 0,7 % sui crediti netti verso Clienti e in calo del 56% sull’esercizio precedente.
  • La dinamica dei nuovi prestiti erogati in favore di imprese e privati ha superato quota 240 milioni di euro, con uno stock in essere di Impieghi vivi verso imprese e famiglie del territorio pari a 1,19 miliardi, in crescita del +2,5%.
  • La Banca ha corrisposto rapidamente alle richieste di liquidità e di moratoria sui crediti in essere, dovute alla difficile fase economica determinata dal Covid19, rinegoziando a favore della clientela il 22% dei crediti in bonis per 246 milioni di €.

Alcuni dati:

  • Totale Finanziamenti Garantiti dallo Stato: 1.709 Pratiche per 79.077.305 €
  • Totale moratorie: 2028 Pratiche per 255.521.043 €
  • Totale Gestione Crediti Emergenza Covid19: 3.737 Pratiche per 334.598.348 €
  • I Mezzi Amministrati superano quota 2,7 miliardi grazie alle ottime crescite registrate dalla raccolta diretta che si attesta a oltre 1,5 miliardi con un +8% e dalla raccolta gestita che crescendo del +8,2% raggiunge i 967 milioni, che si attesta al 78,3%, in crescita rispetto al 2019 (76,7%).
  • L’efficientamento operativo, dimostrato dalla contrazione dei Costi generali e amministrativi caratteristici, pari al -4%,
  • Il superamento di quota 13.000 Soci, grazie all’ingresso di 544 nuovi Soci e gli oltre 6000 nuovi clienti sono la dimostrazione della fiducia che i bolognesi ripongono in Banca di Bologna.

La Banca ha inoltre assunto iniziative a sostegno delle famiglie e delle attività del territorio che hanno subito pesanti ripercussioni economiche e finanziarie dedicando importanti risorse economiche alle comunità da assistere e alle strutture sanitarie. La Banca ha donato 300.000 € agli ospedali Sant’Orsola, Maggiore e Bellaria, per l’acquisto di attrezzature sanitarie e sono stati realizzati importanti servizi per pazienti e personale medico. Ha contribuito a raccolte fondi da devolvere a famiglie bisognose.

Per la tutela di persone disabili la Banca sostiene il progetto di mobilità garantita per cittadini adulti con disabilità e comprovata incapacità motoria, impossibilitati ad usufruire dei mezzi pubblici di trasporto.
Nel 2020, la Banca ha proseguito il sostegno all’Associazione BIMBO TU per il Progetto PASS (Polo di Accoglienza e Servizi Solidali), struttura ricettiva collegata con la Pediatria dell’Ospedale Bellaria, per l’ospitalità di familiari e bambini degenti nel reparto loro dedicato.