Finanziamenti

Moratorie Imprese Emergenza COVID-19

moratorie emergenza covid-19

Vuoi maggiori informazioni? Contatta la tua filiali di fiducia.

Moratorie a sostegno della tua impresa

Alla luce della situazione d’emergenza COVID-19, la Banca ha introdotto una serie di misure a sostegno della tua impresa.

MORATORIA BASATA SU INIZIATIVE DI BANCA DI BOLOGNA

Banca di Bologna ha introdotto una serie di misure a sostegno delle imprese che hanno subito un danno economico connesso all’emergenza COVID-19:

  • la moratoria sulla quota capitale delle rate dei mutui per un periodo pari ad un massimo di 6 mesi successivi alla richiesta, con pari allungamento del piano di ammortamento, per tutte le imprese clienti che dimostrino di aver subito un temporaneo sacrificio della loro normale attività per effetto delle limitazioni degli scambi commerciali e dei rapporti di fornitura;
  • la moratoria sulla quota capitale delle rate dei mutui per un periodo pari ad un massimo di 12 mesi successivi alla richiesta, con pari allungamento del piano di ammortamento, per tutte le imprese socie che dimostrino di aver subito un temporaneo sacrificio della loro normale attività per effetto delle limitazioni degli scambi commerciali e dei rapporti di fornitura;
  • la proroga fino a 120 giorni degli anticipi import in essere, per le imprese socie in caso di mancata ricezione della merce per motivazioni direttamente correlate al corona virus;
  • la concessione di apposite linee di credito di liquidità per le imprese clienti operanti nel settore turistico, o ad esso connesse, che abbiano subito un rilevante numero di disdette delle prenotazioni o degli ordinativi.

La Banca ha la facoltà di valutare le singole richieste in base a valutazioni autonome e discrezionali.

MISURE DI SUPPORTO basate sull’art. 56 del D.L. 18/2020

Sono misure attivabili dalle microimprese e dalle piccole medie imprese che hanno subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19. Le misure introdotte possono essere attivate per le seguenti linee di credito:

  • Aperture di credito in conto corrente a revoca e/o anticipi su crediti (aperture di credito senza una scadenza fissa e fidi per anticipo riba, fatture e altri documenti): la misura prevede il divieto per la banca di revocare o ridurre le linee di credito per le quali sia stata richiesta l’applicazione della moratoria, sino alla scadenza del 30.06.2021;
  • Prestiti non rateali in scadenza (aperture di credito con scadenza fissa, o mutui con un’unica rata di rimborso del capitale): la misura prevede la proroga della scadenza al 30.06.2021 con mantenimento delle medesime condizioni economiche;
  • Finanziamenti a rimborso rateale (mutui con piano di ammortamento e leasing): la misura prevede la sospensione fino al 30.06.2021 del pagamento della quota interessi e/o della quota capitale delle rate in scadenza durante il periodo di moratoria, con allungamento del piano di ammortamento per una durata pari a quella della sospensione, senza alcuna variazione al tasso applicato.

I benefici sono riservati a clienti che non ne hanno già fruito nel corso del 2020 e che non hanno maturato irregolarità di pagamento tali da obbligare la banca a classificarli tra i debitori non performing.

INDICAZIONI PER LA TRASMISSIONE DELLA MODULISTICA

    • Scarica, compila e sottoscrivi la modulistica presente all'interno della sezione "Documenti scaricabili"
    • invia la modulistica alla banca, attraverso un invio all'indirizzo e-mail della banca (info@bancadibologna.it) o via Posta Elettronica Certificata (PEC info@cert.bancadibologna.it ) , con allegato un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore oppure con altra modalità
    • Contatta la tua filiale e richiedi un appuntamento per maggiori informazioni. Il nostro personale è a disposizione per fornirti il supporto necessario.

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Le condizioni contrattuali sono indicate nei Fogli Informativi messi a disposizione del pubblico presso gli sportelli della banca e nella sezione “Trasparenza” del sito internet. La concessione del finanziamento è rimessa alla discrezionalità della banca previo accertamento dei requisiti necessari in capo al richiedente.